Cooperativa Sociale "Eughenia"

Centro Diurno Chiccolino

chiccolino
Contatti: VIA FRISICCHIO – 70032 Bitonto (Ba)  Tel. 0803745124

CENTRO SOCIO EDUCATIVO DIURNO SPERIMENTALE PER MINORI INCAPPATI NELL’AREA PENALE O A FORTE RISCHIO DI DEVIANZA

Nel 2010 la Cooperativa Sociale EUGHENIA ha partecipato e vinto una Manifestazione di interessi dell’ambito territoriale Bitonto Palo del Colle per la gestione di un Centro socio educativo diurno sperimentale per minori incappati nell’area penale o a forte rischio di devianza. Il centro diurno per minori dell’area penale – primo a livello nazionale e sperimentale di percorsi semiresidenziali per minori soggetti a procedimenti penali – è stato realizzato con fondi del PON Sicurezza 2000 – 2006 Obiettivo SUD. La struttura è, inoltre, parte integrante del Progetto denominato “Chiccolino” che vede in rete oltre il Comune di Bitonto in cui è stata realizzata un’aula multimediale per l’elaborazione e la stampa di immagini digitali, anche i Comuni di Bari e Modugno oltre che il Ministero dell’Interno, l’I.P.M. “Fornelli” ed il Centro Giustizia Minorile di Bari.

L’equipe del Centro Sperimentale struttura un Progetto Educativo Individualizzato (PEI) su ogni singolo utente, volto ad avviare un graduale percorso autoconoscitivo finalizzato al riconoscimento dei personali fattori di rischio  o invischiamento in circuiti malavitosi oltreché alla  elaborazione del reato eventualmente commesso.

L’equipe attua interventi psico-pedagogici sia con l’utente che con la famiglia  lavorando prevalentemente per consentire:

  • La rielaborazione dell’esperienza penale;
  • La presa di coscienza di comportamenti personali a forte rischio di devianza;
  • La valorizzazione delle proprie capacità e riconoscimento delle potenzialità;
  • L’autonomizzazione;
  • La socializzazione in contesti sani e protetti e valorizzazione del tempo libero;
  • La conclusione o l’attivazione di percorsi formativi e/o professionalizzanti;
  • L’inserimento lavorativo.

Al fine di consentire la realizzazione di tali obiettivi oltre a colloqui psico-pedagogici individuali sia con i minori che con la famiglia, sono attivi  una serie di laboratori sia di tipo introspettivo volti alla conoscenza di sé, dei propri vissuti e del proprio mondo emozionale che di tipo manuale. Questi ultimi attraverso l’ergoterapia coinvolgono i ragazzi in attività da cui trarre rinforzi utili alla costruzione di una immagine alternativa e positiva di sé.Tra le attività laboratoriali realizzate all’interno  del Centro vi sono a titolo esemplificativo:

  • Corso di lavorazione della pietra tenuto dai maestri scalpellini della compagnia francese “ Compagnons da devoir”.
  • Laboratorio di birrificazione artigianale che ha portato alla creazione di una birra denominata “Nà Beer” e che ha indotto i Rotary “Terre dell’Olio” di Bitonto a finanziare un impianto professionale di birrificazione per consentire il perfezionamento e l’ampliamento di tale attività laboratoriale.

Punto cardine delle attività del centro sono i laboratori finalizzati alla prevenzione delle tossicodipendenze.

In questi primi anni di sperimentazione, infatti, Eughenia ha rilevato che l’assunzione di sostanze stupefacenti accomuna la maggior parte dei minori inseriti nel centro diurno e pertanto ha promosso interventi educativi e rieducativi volti a contrastare la devianza, intervenendo su tutte le condizioni che possono favorirla, attraverso azioni di informazione, sensibilizzazione e prevenzione dell’uso o abuso di sostanze psicotrope.

Con cadenza settimanale si tengono incontri informativi, focus group, interventi di esperti nel settore delle dipendenze, incontri in comunità riabilitative per l’ascolto di testimonianze. Inoltre si effettuano interventi di informazione e supporto ai genitori dei minori anche in merito al tema delle dipendenze.

Il Centro socio-educativo diurno per minori dell’area penale sin dal suo avvio rappresenta un luogo privilegiato di sperimentazioni sia a carattere procedurale che di azioni psico-socio-pedagogiche. Nella sua unicità, infatti, sono divenute operative nuove prassi che vedono fondersi con una forte componente innovativa le peculiarità delle strutture a carattere semiresidenziale con quelle a carattere residenziale. Preziose sono le collaborazioni e le interazioni con le Istituzioni della Giustizia penale minorile quali il Centro Giustizia Minorile, l’ Ufficio dei Servizi Sociali per i Minorenni del Ministero, Tribunale per i Minorenni oltre che i Servizi Sociali territorialmente competenti, il Ser.T. (per la prevenzione all’uso ed abuso di sostanze stupefacenti) e diverse Università ed Enti di Formazione. Preziosa è la presenza di personale abilitato alla Mediazione penale iscritto all’Associazione Italiana Mediatori Familiari che ha permesso di rendere il servizio maggiormente efficiente.